Dalla “PREFAZIONE” del Prof. Massimo Gandolfini –

bambinoDalla “PREFAZIONE”  del Prof. Massimo Gandolfini – 

“Nell’estate del 2013, nel silenzio più assoluto e senza che nessuna famiglia italiana sapesse nulla di quanto stava accadendo (scolari, studenti e genitori in vacanza), le scuole della Repubblica di ogni ordine e grado, venivano invase da anonimi libretti dal titolo rassicurante: “Educare alla diversità”. Lo scopo ufficialmente dichiarato non poteva che riscuotere piena condivisione da parte di chiunque, dato che si volevano proporre percorsi educativi finalizzati al contrasto di ogni forma di discriminazione, violenza e bullismo. Anzi non poteva che essere nobile dovere della scuola farsene carico. (…)

L’ulteriore cronologia e i contenuti preoccupanti e pericolosi sono ottimamente descritti in questo libro, la cui lettura è certamente consigliata a tutti gli educatori, nell’accezione più ampia del termine. Cominciando proprio dai genitori cui spetta il “dovere/diritto” di educare i propri figli, come sancito dall’articolo 30 della nostra Costituzione. L’Autore ha la rara dote di saper coniugare conoscenza storica, competenza professionale, rigorosità di analisi e semplicità di esposizione e di comunicazione, grazie all’enorme bagaglio di esperienza diretta del mondo “famiglia/scuola”, che caratterizza il suo curriculum vitae. Ne consegue una lettura facile ed attraente, pur dovendo trattare di temi complessi e soprattutto coinvolgenti il cuore e la mente di ciascun educatore. E’ in gioco l’antropologia stessa della persona umana e di quell’istituzione giuridica che sta a fondamento della nostra società: la famiglia. Famiglia “società naturale”, come la definisce la nostra Costituzione, che l’ideologia gender con i suoi correlati pratici – culturali, giuridici e addirittura legislativi – cerca e vuole distruggere. O meglio “decostruire”, volendo utilizzare un verbo tanto caro agli ideologi di gender.

Il progetto occulto del gender è la volontà di ferire mortalmente la meravigliosa complementarietà dei sessi, la loro unità nell’amore, la loro vocazione ad una completezza – fisica, psichica e spirituale – che accende la scintilla della vita. Amore ricevuto, amore condiviso, amore donato: tre fondamenti dell’umano, universalmente riconosciuti e condivisi nella storia come intrinsecamente “buoni” ed indissolubili dalla felicità, che ognuno di noi ha scoperto e provato donando sé stesso nell’oblio del proprio egoismo  ed amando.”

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Pubblicazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...