Ordine Psicologi del Veneto

 180528_104991866246398_702644_nORDINE PSICOLOGI DEL VENETO – Porto a conoscenza  un estratto della lettera arrivata in questi giorni agli Psicologi del Veneto. La ritengo di utilità pubblica.

Un passo: “Inoltre, è fondamentale ricordare che il dibattito pubblico, su qualunque tema, non può essere oggetto di sanzione deontologica”. (Presidente Ordine Psicologi del Veneto, dr. Alessandro De Carlo)

Circa l’ideologia del Gender  il Presidente così si esprime:

“Gender – La questione della cosiddetta “ideologia gender” è diventata argomento di cronaca e dibattito pubblico. A tale riguardo L’Ordine degli Psicologi del Veneto, come anche il Consiglio Nazionale – il quale a sua volta lavora sul tema a fianco dell’UNAR, l’Ufficio del Governo contro le discriminazioni – fa sua la posizione dell’AIP sul gender(qui la nota AIP pubblicata nel sito del CNOP).
La scelta di utilizzare la posizione dell’AIP piuttosto che formularne una indipendente (che non sarebbe tra l’altro diversa) è dovuta alla natura stessa dell’Ordine e alla necessità di trovare definizioni comuni piuttosto che regionalmente frammentate. AIP è una società scientifica nazionale, l’Ordine è un organo professionale (nel nostro caso regionale). Per fare un parallelismo, la posizione dell’Ordine degli Psicologi del Veneto sul tema dell’omosessualità è quella formulata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che non la riconosce come malattia. Cosa deve fare dunque un Ordine indipendentemente dalle società scientifiche? Deve vigilare sul fatto che l’applicazione a livello professionale sia coerente con la deontologia, la quale a sua volta si basa sui principi scientifici ed etici condivisi in ciascun determinato momento storico. Inoltre, è fondamentale ricordare che il dibattito pubblico, su qualunque tema, non può essere oggetto di sanzione deontologica. Senza dibattito la scienza e l’etica avrebbero rischiato di fermarsi su posizioni del passato, che oggi non riteniamo più accettabili. Dunque l’Ordine degli Psicologi del Veneto, appoggiandosi alla nota dell’AIP, vuole rasserenare il dibattito sull’educazione sessuale e su eventuali pericoli a livello educativo. Lo stesso Ordine vigilerà sul fatto che nella pratica professionale degli psicologi non si verifichino episodi di discriminazioni, terapie riparative, mistificazioni o qualsiasi altra azione che neghi la libertà e la dignità delle persone.

Abbiamo molto da fare e, come sempre, conto sui tuoi suggerimenti e sulla tua partecipazione.

Ti saluto e ti auguro buon lavoro.

Il Presidente
Alessandro De Carlo
alessandro.decarlo@ordinepsicologiveneto.it

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Pubblicazioni, Sessualità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...