Gli adulti nell’educazione sessuale secondo lo STANDARD – OMS – G.G.

searchGli adulti nell’educazione sessuale secondo lo STANDARD – OMS – Gilberto Gobbi

E’ un dato di realtà che la sessualità degli adulti sia diversa da quella dei bambini e dei ragazzi e che occorra porsi da un punto di vista differente quando si analizza il comportamento sessuale dei bambini e dei ragazzi. Vi è, infatti, il rischio, come spesso avviene, che gli adulti  proiettino i propri vissuti sessuali sui bambini e sui ragazzi e operino identificazioni che derivano dalle esperienze sessuali e anche dalla loro immaturità sessuale.

Chi svolge una funzione educativa con i bambini e i ragazzi, come i genitori, gli educatori, gli esperti, ecc., hanno un ruolo importante e attivo sul processo di sviluppo delle varie fasi della vita e, quindi, sulla formazione complessiva della personalità.  Queste persone, volenti o nolenti, sono modello di comportamento e attivano nei più piccoli processi identificatori ideali, che hanno ricadute specifiche sulla sessualità del bambino e del ragazzo, i quali acquisiscono, elaborano e strutturano comportamenti sessuali conseguenti.

Domanda: che cosa succede, a livello psicologico esistenziale, nei bambini e nei ragazzi quando ad andare in aula a fare educazione sessuale sono i cosiddetti “educatori” che hanno come obiettivo la fluidità dell’identità sessuale?  Per non parlare dei problemi personali di identità? Sia  i bambini che i ragazzi vivono un periodo diversificato, ma particolare per la costruzione della loro identità psicosessuale.

Non si sta parlando di facezie, ma di relazioni pregnanti.

Si evince da tutta l’impostazione dello Standard che a fare educazione sessuale e delle pari opportunità non devono essere gli “omofobi”, perché questi presentano l’eterosessualità  come il vero processo di sviluppo della personalità, ma altre persone, che abbiano una visione dell’uomo e della sessualità ampia e neutrale. Ampia, cioè olistica, e neutrale deve essere la posizione degli adulti. Questa è la garanzia, perché ai bambini e ai ragazzi venga presentata la vasta gamma della sessualità, che si esplica in modalità completamente diversificate e ciascuna con pari dignità, in quanto libera espressione della sessualità umana.

Una lettura attenta e complessiva del documento porta a queste conclusioni, in quanto è determinante che i bambini e i ragazzi siano aiutati a decostruire gli stereotipi che secoli di un certo tipo di educazione sessuale ha strutturato. Sembra che i bambini  debbano farsi un’idea di una  sessualità paradiso terrestre, dove ogni cosa è semplice e buona. A forza di decostruire non resta che un battito d’ali proprio del recupero dell’innocenza perduta e finalmente recuperata. Neanche Rousseau pretendeva tanto.

Questi adulti “neutrali”  vanno a dimostrare attraverso le loro indicazioni e la propria vita che è bello, piacevole, liberante vivere la sessualità secondo gli istinti e secondo la propria “protensione” e decisione,  e che la libertà di scegliere il proprio orientamento deriva da un diritto naturale, quindi anche di sposarsi, di adottare, di avere figli con utero in affitto.

Perché tutto questo?

E’ rispettoso della formazione dell’identità psicosessuale del bambino  secondo i dati di realtà?

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in coppia, Educazione, Pensiero, Sessualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gli adulti nell’educazione sessuale secondo lo STANDARD – OMS – G.G.

  1. Pingback: Gli adulti nell’educazione sessuale secondo lo STANDARD – Silvana De Mari Community

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...