Sessualità come progetto – Gilberto Gobbi –

Sessualità come progetto – Gilberto Gobbi

 La sessualità umana si presenta come progetto per la vita dell’uomo.

Il progetto di realizzazione della persona s’identifica con la possibilità stessa di cogliere la propria identità, di elaborare il piano d’attuazione e di organizzare la vita secondo questo piano. Sotto questo aspetto l’uomo si distingue dagli altri esseri proprio per questa capacità di vivere la vita come un progetto, con tutto quello che comporta per la volontà di scelta e per i fini, che si propone.

Vivere la vita come un progetto, innanzi tutto, significa prendere coscienza della propria identità e della complessità della struttura umana, e quindi attivare le potenzialità e integrare le dimensioni secondo una gerarchia di valori, che veramente contano per la realizzazione di sé. Se l’obiettivo è la maturità della persona, una persona è matura se vive l’ideale di sé nella situazione.

E’ un’affermazione che richiede di qualche chiarimento, perché la frase ideale di sé può presentare dei possibili equivoci. Infatti, nelle strutture dell’Io possiamo distinguere due dimensioni, che formano l’unità della persona.

La prima dimensione è costituita dal Sé ideale, che rappresenta il contenuto delle aspirazioni del soggetto, in quanto tale diviene il punto di riferimento, con cui ci si confronta con la realtà. E’ in gioco il confronto tra l’Io ideale e l’Io concreto o Sé attuale. Il grado di maturità raggiunto dal soggetto determina se ci si trova di fronte ad un Sé ideale primitivo (infantile) e irrealistico, o se, invece, di fronte ad un Sé maturo e adeguato. Il costante confronto tra l’ideale e il reale permette di rapportare ciò che si desidera con ciò che è possibile, di misurare l’idealità, senza negarla, con la possibilità pratica, quindi con il Sé attuale.

La seconda dimensione dell’Io è il Sé attuale, ciò che la persona é. Questa realtà può essere manifesta, ciò che la persona conosce di se stessa, oppure può essere latente, in quanto si riferisce alle caratteristiche del soggetto di cui egli è inconsapevole, perché situate a livello inconscio. Anche il Sé attuale varia con lo sviluppo dell’individuo: maggiore è la maturità, più realistico è il Sé manifesto e meno ampia e influente è l’area del Sé latente con la sua presenza ambivalente.

Le aspirazioni e le progettualità devono costantemente confrontarsi con il dato di realtà, con il Sé attuale, per collocarsi nello spazio e nel tempo e quindi nelle circostanze, perché è lì che il soggetto si trova a misurarsi con il suo processo di maturazione.

 La sessualità è parte integrante di questo progetto prettamente personale della realizza­zione di sé, con una pregnanza che attraversa tutta la realtà dell’essere uomo. Le varie scienze possono scrutare e descrivere la sessualità umana, ma mai circoscriverla e delimitarla de­finiti­vamente, perché fa parte del mistero dell’uomo, d’ogni sin­golo uomo, sessuato nel mondo E’ stato affermato  che per descri­vere l’uomo e la sua sessualità non dob­biamo osservarli troppo da vicino, perché si ri­schia di averne una visione strabica. Ritengo che lo strabismo è presente in ogni scienza che pretende di essere onnicomprensiva, ossia ha la pretesa di spiegare tutto della persona e quindi della stessa sessualità.

 Quando si affronta la sessualità come progetto non si fa riferimento solo alla sfera geni­ta­le, al processo di maturazione degli organi genitali e alle loro fun­zioni: la biologia, infatti, sa descri­verla solo nei det­tagli anato­mici e funzionali.  Si entra nella realtà intrinseca, costitutiva, della persona: l’essere uomo e l’essere donna nel mondo, che si rea­lizzano nella tra­scendenza.

Una visione integrale dell’uomo e della donna, come “esseri sessuati nel mondo” e non solo esseri genitali e affettivi, fa cogliere la sessualità umana nella sua dimensione progettuale, pro­pria del dinami­smo della vita e del suo processo di maturazione. (G. G., Vorrei dirti tutto di me – L’importanza del dialogo nella coppia e nella famiglia, Ed. Vita Nuova, Verona 2008, pp. 137/139)

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Cammino, coppia, Famiglia, Sessualità e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...