I FIGLI E LA SEPARAZIONE DEI GENITORI – G.G.

I FIGLI E LA SEPARAZIONE DEI GENITORI – Va evidenziato che il bambino non è solo un osservatore privilegiato, che sta ai margini della situazione genitoriale, ma con la sua nascita entra a far parte del gioco familiare, come membro attivo, e, volente o nolente, spesso è chiamato ad assumersi ruoli differenti nella conflittualità genitoriale: può essere conteso e costretto a schierarsi con l’uno o con  l’altro genitore, o anche a mediare il conflitto.

E’ chiarezza l’intrinseca interdipendenza dei membri del nucleo familiare tra loro, sotto tutti gli aspetti: affettivo, sentimentale, razionale, del pensiero, del comportamento. I genitori e i figli si influenzano tra loro,  per cui chi pensa di poter vivere un distacco asettico, l’indifferenza o l’anestesia emotiva, è essere fuori della realtà familiare. L’esperienza di ciascuno, con  i propri vissuti quotidiani,  conferma questa interdipendenza, che condiziona la vita di ogni membro del gruppo. Se non si comprende questo aspetto, questo intrinseca interdipendenza tra i vari membri del nucleo familiare, pur con la libertà di scelta di ciascuno, difficilmente si saprà cogliere le dinamiche individuali e collettive di fronte ai vari eventi che coinvolgono le persone tra loro interagenti. Quindi anche le problematiche, che i vari membri vivono connesse alla separazione, resteranno dinamiche sconosciute, comprese le profonde e intense  sofferenze dei vari membri.

Le reazioni delle persone coinvolte  nella separazione presentano delle variabili che possono essere divise in due categorie:

  • La categoria contestuale-familiare comprende aspetti diversi come: la storia familiare, il cambiamento della struttura familiare, la conflittualità manifesta o latente tra gli ex coniugi, la qualità dei rapporti tra il bambino e ogni genitore, le condizioni di salute psicofisica dei genitori, la rete relazionale e familiare, il contesto socioculturale di appartenenza.
  • Vi è una seconda categoria costituita da variabili psicologico-individuali, che comprende l’età, il temperamento e la struttura di personalità, il sesso, l’ordine di nascita, la capacità di recuperare l’equilibrio psicoaffettivo dopo le avversità, detta anche resilienza.

 In sintesi,  una serie di fattori  influenzano profondamente la reazione individuale di ciascun figlio di fronte alla separazione dei genitori; reazioni, che vanno considerate nella loro complessità e interdipendenza, come:

  • l’età del figlio incide sul coinvolgimento diretto o indiretto nelle dinamiche genitoriali e determina reazioni differenti;
  • il temperamento di base neuropsicologico e il livello di strutturazione della personalità sono aspetti determinanti, che caratterizzano certe reazioni in un figlio e altre in un altro;
  • la qualità della relazione che il figlio ha instaurato con ciascun genitore incide sulle reazioni nei confronti di ognuno di loro;
  • anche il sostegno sociale, che i vari membri daranno al bambino, condiziona in parte le sue razione (nonni, zii, cugini, compagni di scuola e di gioco, ecc.); l’ambiente può essere positivo nei confronti di un genitore e negativo nei confronti di un altro: il figlio si trova in mezzo a molteplici atteggiamenti;
  • anche l’essere maschi o femmine incide sulle reazioni alla separazione dei genitori: di norma, le figlie soffrono maggiormente e chiedono più facilmente aiuto; i maschi tendono a chiudersi, tengono dentro conflitti che possono cronicizzarsi in forme ostili. Spesso gli insuccessi scolastici sono l’esito di squilibri affettivi, di conflitti familiari irrisolti.
Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Cammino, coppia, Educazione, Famiglia, Padre, Pubblicazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...