Dall’introduzione di “sposarsi o convivere oggi”

copertinasposarsiDall’introduzione di Sposarsi o convivere oggi (E’ in stampa e uscirà alla fine di marzo)

“Il libro, pertanto, prende l’avvio affrontando il problema della formazione della coppia, del matrimonio e della convivenza, come emerge da una mia ricerca svolta tra vari forum di internet, in cui appare con chiarezza il destino futuro del matrimonio e della stessa convivenza. Tra i forum impera l’ideologia dominante, radical-chic, la quale afferma che il matrimonio è un’istituzione superata e che la convivenza, in forme varie e articolate, è il futuro della coppia. Ciò mi ha portato ad indagare il clima culturale, che ha favorito l’assunzione della convivenza come rimedio della “difficile” relazione di coppia ed approfondire le conseguenze psicologiche della stessa convivenza.

Sulla relazione della coppia giocano molto le motivazioni, consce ed inconsce, che spingono i due a mettersi insieme e a scegliere il matrimonio o la convivenza. Di qui il capitolo sulla scelta del partner e sulle tre dimensioni (intimità psicologica, passione e scelta/decisione),  su cui si fonda e cresce l’amore coniugale.

Il lavoro psicoterapeutico, con i singoli e con le coppie, mi ha permesso di approfondire le problematiche, che spesso portano alla separazione sia delle coppie sposate come di quelle conviventi. Altri  fattori, su cui i coniugi  giocano la loro relazione, sono parità e diversità,  che si abbinano ad altre due dimensioni: individualità e senso di appartenenza alla coppia matrimoniale. Questi quattro aspetti  sono i criteri utilizzati per l’analisi delle dinamiche di coppia, positive o negative.

Uomo e donna, ciascuno porta con sé nella coppia il proprio retroterra culturale profondamente diverso. Pertanto, vi è l’esigenza di coniugare assieme queste diversità. Il significato del matrimonio  può  essere capito solo a partire da due identità diversamente sessuate, che permettono l’unione e la comunione tra un uomo e una donna, con le loro differenti caratteristiche. Ognuno è nella coppia con la propria storia psicologica, relazionale e sessuale, che si interseca con la storia del proprio coniuge, per scrivere assieme la storia della propria famiglia. L’accettazione positiva  della differenza personale, nelle sue varie articolazioni, diviene il motore e la ricchezza della stessa vita della coppia.

I due capitoli sull’importanza della  differenza e   sui conflitti nella coppia,  hanno come presupposto la necessità di   conoscersi e di capire le dinamiche psicologiche personali e della coppia, per  affrontare le difficoltà, superare i conflitti e vivere il positivo della  relazione.

Suggerisco di leggere assieme, con calma, queste pagine, per poter sia interiorizzare sia riflettere a voce alta, affinché ciascuno impari a dialogare sugli aspetti fondamentali della propria coniugalità. Impari ad ascoltarsi e ad  ascoltare i vissuti del coniuge.

L’ascoltare per capire e sentire, accettare e condividere, non è mai bastante, però è la strada da percorre, miglio dopo miglio, per stare bene assieme e vincere la scommessa. La promessa matrimoniale si rinnova,  ogni giorno, attraverso l’ascolto, la condivisione e l’accettazione”.

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Cammino, coppia, Famiglia, Pensiero, Pubblicazioni, terapia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...