Conoscersi

searchAlcune volte di fonte al grande “ingorgo emotivo”, con cui la persona si presenta in psicoterapia, per farle comprendere l’esigenza di guardarsi dentro e di conoscersi, racconto a mio modo e maniera, questo aneddoto, parafrasando uno dei primi eventi della Bibbia.

 Adamo viveva solitario nell’Eden, usufruendo di tanto in tanto, verso sera, della presenza di Dio. Di giorno tutto procedeva nel migliore dei modi. La notte, però, non era così tranquilla. Al di là dei confini dell’Eden  vi era una grande foresta, da cui provenivano  sibili,  urla, ruggiti, lotte furiose: era abitata da bestie feroci. Adamo non lo sapeva e ne aveva paura. Spesso si svegliava in preda al panico. Era dubbioso se parlarne una sera con Dio.

Ma Iddio, che già allora scrutava nella mente e nel cuore dell’uomo, una sera sul far della brezza, scese, prese per mano Adamo e lo condusse ai confini dell’Eden, dove ini­ziava la fo­resta.

Iddio fece passare davanti ad Adamo un animale alla volta e Adamo ad ognuno di essi diede un nome.

Da quel momento ogni animale, buono e cattivo, esisteva per Adamo, che imparò a comportarsi a seconda dell’indole di ogni animale, a convivere, a non averne più paura e a pren­dere le misure adatte di fronte a ciascuno.

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Pubblicazioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...