Introduzione a “SESSO O AMORE”

Presento l’Introduzione al libro uscito in questi giorni, pubblicato dalla Casa editrice di Verona “Fede & Cultura –

Scan0003INTRODUZIONE – La quotidianità, con il suo monotono farsi, ci sottopone ad un anonimo, sottile, intenso ed incessante condizionamento, il cui messaggio è  che, nell’ambito della sessualità, tutto sia permesso. Dal risveglio del mattino all’ultimo sbadiglio della sera il messaggio  scandito con subdolo ammiccamento sollecita e pervade  le fibre più profonde delle pulsioni umane e incessantemente blandisce i già sopiti residui etici.

L’ambito sessuale è il “regno del fai da te”, in cui ognuno è libero di costruirsi la propria misura. Opinioni differenti da questa sono considerate quali mere presunzioni e blateramenti di sessuofobi perditempo. L’importante è “essere belli dentro”, “fare quello che si sente”…, “andare ovunque ti porti l’istinto…”, e via  discorrendo.

Sulla sessualità umana viene divulgata per scienza quella che spesso altro non  è che una costruzione ideologica formulata dai poteri culturali, politici ed economici,  i quali diffondono tendenze e impongono comportamenti che non sono “naturali”. E così vengono considerati  “naturali” e “normali” i rapporti sessuali a qualunque età, perché è fondamentale essere se stessi e fare ciò che si sente, l’ideale e il comportamento gay, qualunque comportamento sessuale, che soddisfi l’immediatezza delle pulsioni più profonde e dia immediato piacere.

L’autorefenzialità  pare essere il criterio dominante e la guida del comportamento sessuale, come in nessun altro ambito del comportamento umano. La confusione è imperante. Le conseguenze sono evidenti  nella costituzione della coppia, nelle relazioni tra uomo e donna, nel vissuto familiare, nell’educazione dei figli, nelle proposte ed elaborazione delle leggi.

Se vi è un ambito, in cui, in modo  macroscopico, l’emergenza educativa è più che mai evidente e urgente, è quello dell’educazione alla sessualità, che ha come fondamento l’educazione all’amore.

Il primo contributo di queste pagine  è l’analisi delle relazioni sessuali  tra i giovani e i fidanzati, che si orientino al matrimonio (religioso o civile) o alla convivenza.

Ci si sofferma sulle principali concezioni antropologiche e ideologiche degli ultimi due secoli, le quali hanno avuto profonde conseguenze sulla sessualità. Ritengo, infatti,  che il comportamento sessuale debba avere radici in un’antropologia, le cui fondamenta penetrino nel profondo dell’uomo, dove ha sede la verità sull’uomo stesso. Facendo riferimento  a questa antropologia, si analizzeranno  i comportamenti e i vissuti sessuali dei giovani. Se non si tiene conto di questa impostazione antropologica, le argomentazioni di queste pagine risulteranno incomprensibili, anzi profondamente irritanti per la cultura d’oggi. Di certo le analisi e le conclusioni “non sono politicamente corrette”.

Il contributo sulla formazione dell’identità psicosessuale (Maschi e femmine si nasce e si diventa) invita invece a riflettere sull’importanza della relazione, dei vissuti e del clima psicoaffettivo del nucleo familiare, che con la dimensione biologica contribuisce a strutturare l’identità psicosessuale della  persona. E’ un breve contributo che cerca di chiarire il fondamentale apporto psicologico delle due figure primarie, la madre e il padre, sulla formazione dell’identità psicosessuale dei figli, secondo acquisizioni, approfondimenti e accertamenti, che la psicologia dinamica  accumula  quotidianamente e offre da anni.

Non mi interessa ricevere l’approvazione della società. Dovrei essere “corretto culturalmente”: non lo sono.  Non lo sono stato nel passato, tanto meno oggi: alla mia età, come da sempre, non ho nulla da perdere.

Mi conforta sapere che molte persone si concedono la possibilità di confrontarsi su argomenti quali il valore  dei rapporti sessuali e l’identità psicosessuale. In queste brevi pagine non troveranno conformità alla cultura dominante, ma stimoli diversi per proseguire ulteriori personali approfondimenti. Un onesto confronto sulla sessualità umana diventa infatti ricerca della verità sull’uomo.

 Aprile 2014                                                                                                       Gilberto Gobbi

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Presentazione, Pubblicazioni, Sessualità e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...