Pensieri sul perdono

PENSIERI SUL PERDONO

“ A scoprire il ruolo del perdono nel dominio degli affari umani fu Gesù di Nazareth. Il fatto che abbia compiuto questa scoperta in un contesto religioso e l’abbia articolata in un linguaggio religioso non è una ragione per prenderla meno sul serio in un senso strettamente profano”. (Hannat Arendt)

“[…] il peccare è un evento quotidiano, nella natura stessa dell’azione che stabilisce continuamente nuove relazioni in un tessuto di relazioni esistenti, ed è necessario che sia perdonato, messo in disparte, per consentire alla vita di proseguire sciogliendo gli uomini da ciò che hanno fatto. […] Solo attraverso questa costante mutua liberazione da ciò che fanno, gli uomini possono rimanere liberi”. (Hannat Arendt)

“Noi siamo completamente intrisi di debolezze e di errori; perdonarci reciprocamente le nostre stupidaggini è la prima legge di natura”. (Voltaire)

“Rimanere in questa condizione [di non perdono] ti blocca in uno stato di vittimismo, rendendoti quasi dipendente dall’autore del torto. Se riesce a trovare dentro di te il perdono, non sarai più incatenato a questa persona” (Desmond Tutu).

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Cammino, Pensiero, terapia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...