Ottobre, i bambini – Poesia di Pier Paolo

Da Pier Paolo, mi è arrivato questa breve poesia con introduzione
“Avanza l’autunno e si avverte che qualcosa sta cambiando.
Nei pomeriggi che lentamente si accorciano, i bambini continuano a giocare, nei pochi giardini che ci sono, corrono fino ai confini del buio, non sentono freddo, non vorrebbero rincasare mai. E ci dicono forse qualcosa di grande, di noi…
Così è nata questa piccola poesia”.
Ottobre, i bambini
Nel mese che lo senti
giù in giardino
che qualcosa della luce
va a finire
rimangono le piante lungo i muri
le corse fino a tardi dei bambini
a chiedersi perchè
deve finire la stagione alta
dell’amore –
se ce l’hai messa tu nel petto
questa domanda di una vita
che non muore,
se il cuore
anche stasera
è un fiore
che  un miracolo
dal buio
fa
fiorire
(Pier Paolo Gobbi – ottobre 2012)
Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Pier Paolo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...