Riflessioni di Elena

Riflessione di Elena
Pensa com’è la vita: è proprio un sali e scendi.
Si chiede al Signore di darci in dono dei Figli.
Se tutto va bene la vita arriva.
Il seme si mette in cammino per salire il monte per potersi accasare in quell’uovo che poi diventerà la sua dimora per un pò. Al momento opportuno scende ed esce sotto quei fari di luce, dopo un lungo periodo rimasto nel suo habitat, al buio. Poi, viene lavato, unto e profumato.
Inizia un’altra salita: la conquista del latte, unico nutrimento per potersi saziare. L’arrivo del latte è la sua prima gratificazione e poi avanti.
Le sue prime parole che salgono da dentro ed escono; il suo gattonare per potersi alzare, camminare e cadere. E noi sempre lì a incoraggiarlo.
E… poi: il parco giochi,  lo scivolo.
Salgo e scendo, salgo e scendo e non sono mai stanco, mi lamento. Quando è ora di andare non  è mai pronto, finché non dice: Mamma, papà, aiutami tu!
Cosa devo fare? Torniamo a casa.

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Poesia, Presentazione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...