Terapia della coppia e della famiglia – Gilberto Gobbi

TERAPIA DELLA COPPIA E DELLA FAMIGLIA

Saranno fatti rapidi accenni su alcuni interventi terapeutici, che hanno come focus principale la coppia o la famiglia nella sua totalità.

Noi nasciamo, cresciamo e moriamo all’interno di gruppi sociali; cresciamo, apprendiamo e lavoriamo in compagnia di altri. Lo sviluppo della personalità avviene nell’interazione reciproca con altri soggetti, per cui i problemi si comprendono meglio e si risolvono  più facilmente se collocati all’interno del contesto sociale. La comprensione dei conflitti personali sono facilmente comprensibili se collocati nel contesto sociale in cui la persona cresce.

L’attenzione terapeutica si è spostata sul contesto sociale e sono stati elaborati dei metodi psicoterapeutici che focalizzano tale situazione e tendono ad operare sul sistema sociale (terapia di gruppo, terapia familiare, terapia di coppia, ecc.).

Questi metodi, che intervengono sul sistema e sul contesto e non più semplicemente sul paziente, sembrano come la traduzione concreta dell’espressione del poeta: “Nessun uomo è un’isola”.

Psicoterapia di coppia – Nella psicoterapia di coppia l’interesse si concentra sulla relazione di due conviventi, sposati o no. I problemi dei figli, se ve ne sono, rimangono ai margini.

Il lavoro si focalizza sulla relazione, sui vissuti reciproci, sulle attese e risposte, sui ruoli, sui comportamenti nella relazione e sulle trasformazioni eventuali, sugli eventi e sui relativi vissuti durante le varie fasi della vita di coppia.

Ciascuno arriva alla formazione della coppia con una propria storia psicoaffettiva, che va a intrecciarsi con la storia del coniuge. Così alla radice di molti problemi della vita coniugale vi sono conflitti su aspettative/attese, che attengono la sfera della responsabilità reciproca, del rapporto dominio-sottomissione, dell’autonomia, dell’affetto, del rispetto, della sessualità, e altro.

Nella vita della coppia, come in quella individuale vige una legge: o i problemi psicologici si risolvono subito o si accumulano, moltiplicando le difficoltà di relazione.

Nella terapia di coppia vi è l’obiettivo di aiutare i due a identificare le problematiche relazionali, di intervenire sui sentimenti, sulle emozioni, sulle reazioni reciproche, sull’emergere del positivo, su ciò che favorisce l’unione. Vi potrà essere la separazione, ma dopo un percorso che permetta alla coppia di imparare a conoscersi, a comunicare e a constatare l’impossibilità della continuità relazionale.

Gli approcci terapeutici sono differenti secondo l’orientamento del professionista.

L’esperienza mi ha confermato e continua a confermarmi che, se la coppia affronta fin da subito la costruzione di un clima positivo, e si fa anche aiutare, quando i problemi incominciano ad ingrandirsi, vi sarebbero meno separazioni e divorzi.

Annunci

Informazioni su gilgobbi

Psicologo-Psicoterapeuta-Sessuologo clinico Lavora a Verona, nel suo studio Kairòs di Viale Palladio, n. 10 Tel. 0458101136
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Pubblicazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...